LA STRATEGIA DI SAMSUNG PER L’IOT

L’Internet of Things è diventata una priorità strategica per molte multinazionali tra cui in prima linea si sta distinguendo anche Samsung Electronics.

In questo senso è interessante l’intervento di Antonio Bosio, Product & Solutions Director, che abbiamo ripreso per IOTEXPO, e che ci spiega in dettaglio la visione di Samsung sull’IoT.

Samsung Electronics Company

Già lo scorso anno, è stato subito evidente l’interesse strategico per l’IOT, quando il colosso coreano ha acquisito SmartThings, la start-up americana per circa 200 milioni di dollari, autrice di una piattaforma dedicata a IoT e home automation.

Samsung IoT Strategy Smartthings Approach

Samsung-Ceo-BK-Yoon-talks-connected-future

Samsung-Ceo-BK-Yoon-

La strategia è stata poi confermata nel punto centrale dell’intervento di Boo-Keun Yoon, Ceo di Samsung Electronics, al CES 2015, che ha infatti riguardato la forte attenzione verso l’Internet of Things.

Samsung IoT Strategy 3 key

Le soluzioni SmartThings permettono infatti di operare su elettrodomestici e oggetti di casa da una app iOS o Android, e questo rappresenta l’elemento chiave della strategia di Samsung nell’ambito della Smart Home.

Samsung Electronics ha incorporato ufficialmente la piattaforma nella strategia IOT ha deciso di mettersi al lavoro e sviluppare una serie di strumenti che permettano agli oggetti di dialogare fra loro, mantenendo però la tecnologia “aperta” ai contributi esterni attraverso SmartThings Hub un ecosistema aperto compatibile con oltre mille oggetti connessi e app.

E’ stato quindi avviato un processo di investimento di cento milioni di dollari nella comunità degli sviluppatori per avere applicazioni da Internet of Things e che entro il 2017 coprirà l’80% dei device connessi, per arrivare nel 2020 a una Samsung 100% IoT-ready.

Samsung The Connected World

Parlando di IoT quindi non si sta parlando di un futuro a lungo termine, ma di soluzioni che sono in alcuni casi già esistenti e in altri casi dietro l’angolo.

Sicuramente Samsung Electronics sarà uno dei principali attori protagonisti sulla scena mondiale della rivoluzione dell’Internet of Things.

Sergio Curadi

Dal 1984 mi occupo di comunicazione attraverso i new media digitali e, lavorando in questo settore da tanti anni, ho visto nascere ed evolvere la comunicazione digitale sin dalla commercializzazione dei primi personal computer e dal successivo avvento di internet. Amo il mio lavoro e lo porto avanti con grande impegno e passione! Ho partecipato attivamente nel mio piccolo, a questa grande trasformazione economica e culturale come imprenditore creando una delle prime e storiche Multimedia Factory Italiane la EQUART che ho guidato per quasi 20 anni coordinando e realizzando innumerevoli progetti, produzioni ed eventi multimediali. Negli ultimi anni ho svolto attivamente il ruolo di General Manager e Innovation Manager in diverse società specializzate nella Digital Communication attivando degli Innovation LAB. Da fine 2013 sono entrato in SATIZ Technical Publishing & Multimedia come Direttore della Divisione Multimedia Communication. A fine 2014 ho ideato e realizzato con il mio team di SATIZ TPM "IOTEXPO", il 1° Virtual Expo dell'Internet of Things. Da gennaio 2014 sto lavorando allo sviluppo della piattaforma IOTEXPO per la mappatura e la catalogazione di tutti i progetti, le soluzioni, i prodotti e le aziende che si occupano di IoT e a diversi nuovi progetti di comunicazione crossmediale. Da settembre ho affiancato all'attività IOTEXPO, anche INTERNET OF ARTISTS la nuova Startup inglese che sta sviluppando un progetto di una piattaforma digitale innovativa per far interagire le communities di artisti e musicisti nel mondo.

Thanks! You've already liked this
No comments