SICILIA SMARTisLAND E IL PROGETTO TRINACREA

IOTEXPO LOGOLo scorso anno ho ideato e progettato, con il mio team in Satiz TPM, IOTEXPO, il 1° virtual Expo dell’Internet of Things per avviare un processo di ricerca, analisi, mappatura e catalogazione di tutti i progetti, i prodotti, le startup, le aziende e i casi applicativi legati dal paradigma dell’IOT e dell’innovazione.

L’attività di analisi e ricerca, che stiamo sviluppando da diversi mesi, ci sta mettendo in luce un panorama straordinario di grande fermento ed energia creativa, con tante idee, nuove startup e nuovi progetti veramente interessanti, e alcuni in particolare, di grande valore potenziale sul mercato internazionale.

L’Italia c’è, i progetti e le aziende ci sono, le risorse si trovano e si possono trovare più facilmente di prima, ma il treno dell’innovazione che sta passando, è un’occasione che non si può assolutamente perdere, e in questo senso il sistema paese e la classe dirigente  deve rispondere urgentemente con piani di sviluppo concreti basati su infrastrutture adeguate.

In questo contesto ci sono diverse regioni in Italia che stanno rispondendo efficacemente cercando di cogliere questa grande opportunità di questa nuova rivoluzione industriale legata a Internet e allo sviluppo digitale e tecnologico.

Mi piace quindi in questo contesto di sviluppo mettere in evidenza  il Progetto TRINACREA, il quale, fin dal nome, intende trasmettere l’immagine di una Sicilia che riparte in maniera creativa dei suoi tre poli Palermo, Catania e Messina, per riattivare il futuro, soprattutto delle prossime generazioni che dovranno tornare a considerare la Sicilia un luogo in cui investire talento, passioni e professionalità.

PALERMO TRINACREA Open Smart City

La Sicilia come Smart Land o meglio ancora come Smart Island — è quindi un ambito territoriale urbano/rurale nel quale sperimentare politiche diffuse e condivise orientate ad aumentare la competitività e attrattività del territorio con un’attenzione specifica alla coesione sociale, alla innovazione, alla diffusione della conoscenza, alla creatività, all’accessibilità e alla libertà di movimento, alla fruibilità dell’ambiente (naturale, storico-architettonico, urbano e diffuso) e alla qualità del paesaggio e della vita dei cittadini.

PALERMO TRINACREA Sicilia Smart Land 1-1

Il progetto TRINACREA, presentato all’EXPO il 30 giugno, riguarda 3 motori metropolitani che consentano alla Sicilia di rafforzare la sua creatività e innovazione per permetterle di entrare a pieno titolo nella contemporaneità.

PALERMO TRINACREA Trinacrea Project-3

Il progetto si caratterizza per la realizzazione di 3 centralità direzionali come luoghi dell’open governance caratterizzati da un nuovo rapporto tra amministrazione pubblica, cittadinanza e intelligenza urbana.

Saranno luoghi dove l’hardware e il software dell’Amministrazione Regionale troverà la sua concretizzazione urbana e metropolitana.

Il progetto sarà contemporaneamente HIGH TECH e HIGH TOUCH, tecnologico, digitale ed empatico.

PALERMO TRINACREA Sicilia Smart Land 1

I 3 Smart Districts non saranno solo delle nuove centralità urbane, ma dovranno, a partire da questa rilevante funzione, essere dei distretti strategici capaci di fungere da: attrattori regionali, generatori di energie hard e soft, luoghi di specializzazioni locali, nuove centralità urbane produttrici di qualità, attivatori di reinsediamento residenziale e di nuovi stili di vita, distretti auto-sufficienti per un nuovo metabolismo urbano circolare, nodi della rete ecologica urbana, connettori del sistema educativo-produttivo.

PALERMO TRINACREA Trinacrea Project-4
I 3 Smart Districts si caratterizzano per alcune specializzazioni:

  1. a Palermo l’Area Lolli-Notarbartolo come nuovo distretto/parco della smart governance e della produzione innovativa — OPEN SMART CITY ;
  2. a Catania un sistema policentrico aggregato attorno al nodo principale di Corso Martiri della Libertà come distretto della ricerca e della multimedialità  — KNOWLEDGE CITY;
  3. a Messina il waterfront del Molo Norimberga come riattivatore di comunità urbane più flessibili FLUID CITY.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sul versante del nuovo modello dei borghi sostenibili, vanno evidenziate anche le iniziative in corso della “Città-Rete delle Madonie”, del Laboratorio di sviluppo locale “Sicani Lab”, dell’esplosione di creatività e di innovazione di Favara “Farm Cultural Park”, insieme ai nascenti casi di Gangi, Cianciana, etc.

Il concetto di Smart Land non è solo un ampliamento della smart city, ma è un nuovo modello che coinvolge gli attori locali, istituzionali, economici, culturali e sociali, agire in modi nuovi sul paesaggio, sui beni culturali, sulla produzione manifatturiera, sugli stili di vita e sulla sostenibilità ambientale.

PALERMO TRINACREA Palermo10_7

La nuova alleanza tra città intelligenti, borghi sostenibili e cittadini responsabili apre una fase nuova dello sviluppo, ridando così ruolo propulsivo al territorio, che rimane fattore centrale per una metamorfosi di sistema capace di rispondere alle sfide che abbiamo davanti.

Responsabile istituzionale dell’iniziativa: Dott. Giovanni Pizzo, Assessore Regionale alle Infrastrutture. Responsabile scientifico dell’iniziativa: Prof. Maurizio Carta (Università di Palermo).

Il progetto è veramente interessante e strategico, soprattutto per una regione unica al mondo come la Sicilia, che mai come in questo momento, ha bisogno di rigenerarsi e rilanciarsi in Italia e in Europa, come un’area strategica con un potenziale incredibile, considerando la storia, la posizione geopolitica, e l’incredibile varietà di contenuti storici, artistici, naturalistici e culturali, per sviluppare un processo di innovazione strutturale per consentire di trattenere le nuove future generazioni e trasformarla in un’area di nuove opportunità.

Sergio Curadi

Dal 1984 mi occupo di comunicazione attraverso i new media digitali e, lavorando in questo settore da tanti anni, ho visto nascere ed evolvere la comunicazione digitale sin dalla commercializzazione dei primi personal computer e dal successivo avvento di internet. Amo il mio lavoro e lo porto avanti con grande impegno e passione! Ho partecipato attivamente nel mio piccolo, a questa grande trasformazione economica e culturale come imprenditore creando una delle prime e storiche Multimedia Factory Italiane la EQUART che ho guidato per quasi 20 anni coordinando e realizzando innumerevoli progetti, produzioni ed eventi multimediali. Negli ultimi anni ho svolto attivamente il ruolo di General Manager e Innovation Manager in diverse società specializzate nella Digital Communication attivando degli Innovation LAB. Da fine 2013 sono entrato in SATIZ Technical Publishing & Multimedia come Direttore della Divisione Multimedia Communication. A fine 2014 ho ideato e realizzato con il mio team di SATIZ TPM “IOTEXPO”, il 1° Virtual Expo dell’Internet of Things. Da gennaio 2014 sto lavorando allo sviluppo della piattaforma IOTEXPO per la mappatura e la catalogazione di tutti i progetti, le soluzioni, i prodotti e le aziende che si occupano di IoT e a diversi nuovi progetti di comunicazione crossmediale. Da settembre ho affiancato all’attività IOTEXPO, anche INTERNET OF ARTISTS la nuova Startup inglese che sta sviluppando un progetto di una piattaforma digitale innovativa per far interagire le communities di artisti e musicisti nel mondo.


 

view the website

Thanks! You've already liked this
No comments