WORK SKILLS FOR THE FUTURE

SKILLS FOR THE FUTURE imac

Tutto sta cambiando con una velocità straordinaria; Internet e la rivoluzione digitale stanno incidendo profondamente la vita di  una gran parte di persone nel mondo, e nei prossimi  anni il processo di trasformazione sarà sempre più evidente.

Il lavoro sarà segnato quindi da grandi cambiamenti e nel futuro saranno necessarie nuove competenze, un nuovo approccio mentale, più flessibilità, nuove capacità di relazione e interazione, una formazione umanistica di base completata da  un set di competenze tecniche imprescindibili, ma soprattutto un costante aggiornamento permanente per rimanere allineati con un mercato in continua evoluzione.

Il futuro del lavoro é un argomento che mi interessa molto, sia perché nella mia vita professionale ho sempre gestito team eterogenei di professionisti e attualmente sto coordinando una business unit da 75 persone e sia perché ho 2 figli che saranno i diretti interessati da questo fenomeno.

Far comprendere ai miei collaboratori e ai miei figli l’importanza di acquisire di alcune competenze per il proprio futuro è uno dei miei obiettivi primari, che mi trovo ad affrontare quasi quotidianamente.

skills for the future

Quali saranno le competenze che si dovranno necessariamente avere per ottenere  successo nella  vita professionale nel prossimo decennio?

Ultimamente ho letto diversi post su questo argomento, ed è sicuramente interessante immaginare come sarà il futuro posto di lavoro.

Molte società di ricerca hanno fatto diverse previsioni, e tra queste ho selezionato  il sito Top10onlinecolleges.org ha fatto una previsione sintetizzata nell’infografica di seguito pubblicata.

E’ stata fatta una ricerca da cui emerge  un elenco di competenze necessarie per ogni lavoratore nei prossimi 5 anni:  i driver del nuovo set di abilità.

In primo luogo, è importante evidenziare i sei fattori chiave del cambiamento sono:

  1. Longevità : Le persone vivono più a lungo. 
  2. L’aumento di macchine e sistemi intelligenti determina l’aumento e l’estensione delle capacità di interagire con la tecnologia. 
  3. Internet of Things: Ci sarà un incremento esponenziale di tecnologie e sensori che determineranno l’ottimizzazione e il miglioramento di molti processi grazie all’analisi e all’elaborazione dei dati, fattori che renderanno il mondo un sistema mappabile e programmabile in molti aspetti. 
  4. Evoluzione dei New media: I nuovi strumenti di comunicazione emergenti richiederanno una nuova alfabetizzazione dei media digitali.
  5. Organizzazioni Iperstrutturate: le social technologies guideranno nuove forme di produzione e di creazione del valore.
  6. Mondo globalmente connesso: Le capacità di diversificare e adattarsi saranno fattori centrali nel processo lavorativo. 

Questi fattori di cambiamento globale determineranno, le future capacità lavorative che tutti avremo bisogno nel 2020 e quindi nell’arco dei prossimi 5 anni; sono una combinazione di fattori che avranno un impatto profondo sul modo di agire e di pensare, e su come useremo la tecnologia, aspetto che sarà sempre più una naturale estensione della nostra vita quotidiana.

Ecco quindi i cosiddetti skills, o per meglio dire in italiano le competenze su cui lavorare immediatamente  per essere pronti ad affrontare il lavoro nei prossimi anni:

Ecco gli skills su cui lavorare immediatamente  per essere pronti ad affrontare il lavoro nei prossimi anni:

Skill 1. Sense-making: capacità nel dare senso, significato e profondità al proprio operato;

Skill 2. Social Intelligence: capacità di connettersi agli altri  in modo profondo e diretto, attraverso l’immedesimazione e la capacità di ascolto, per stabilire relazioni armoniose e stimolare reazioni;

Skill 3. Novel & Adaptive Thinking : capacità di pensare con punti di vista alternativi e trovare soluzioni e risposte utilizzando metodi non convenzionali;

Skill 4. Cross-cultural competency: capacità di operare in diversi contesti culturali;

Skill 5. Computational Thinking : capacità di analisi per estrarre significato e concetti da grandi quantità di dati;

Skill 6. Alfabetizzazione ai nuovi media: capacità di valutare criticamente e sviluppare contenuti attraverso e per i nuovi media, e di utilizzarli per la comunicazione persuasiva;

Skill 7. Transdisciplinarity: alfabetizzazione nella capacità di comprendere i concetti osservandoli da più aspetti disciplinari;

Skill 8. Design mindset: capacità di rappresentare e sviluppare le attività dei processi al fine di ottenere i risultati desiderati;

Skill 9. Cognitive load management: capacità di discriminare e filtrare le informazioni per importanza, e di capire come massimizzare lo loro comprensione;

Skill 10. Virtual Collaboration: capacità di lavorare in modo produttivo, e dimostrare impegno e presenza come membro di un team virtuale.

Di seguito pubblico l’infografica realizzata da  Top10onlinecolleges.org.

GLI SKILLS DEL FUTURO

Sono e saranno 10 competenze strategiche, assolutamente non banali che richiederanno tempo e un grande sforzo evolutivo sia del singolo individuo che della società nel suo complesso.

Una cosa comunque è certa : la vita professionale richiederà sempre più impegno, studio e aggiornamento costante per crescere e raggiungere i propri obiettivi e rimanere allineato con un mondo che evolve sempre più rapidamente.

Sergio Curadi

Dal 1984 mi occupo di comunicazione attraverso i new media digitali e, lavorando in questo settore da tanti anni, ho visto nascere ed evolvere la comunicazione digitale sin dalla commercializzazione dei primi personal computer e dal successivo avvento di internet. Amo il mio lavoro e lo porto avanti con grande impegno e passione! Ho partecipato attivamente nel mio piccolo, a questa grande trasformazione economica e culturale come imprenditore creando una delle prime e storiche Multimedia Factory Italiane la EQUART che ho guidato per quasi 20 anni coordinando e realizzando innumerevoli progetti, produzioni ed eventi multimediali. Negli ultimi anni ho svolto attivamente il ruolo di General Manager e Innovation Manager in diverse società specializzate nella Digital Communication attivando degli Innovation LAB. Da fine 2013 sono entrato in SATIZ Technical Publishing & Multimedia come Direttore della Divisione Multimedia Communication. A fine 2014 ho ideato e realizzato con il mio team di SATIZ TPM "IOTEXPO", il 1° Virtual Expo dell'Internet of Things. Da gennaio 2014 sto lavorando allo sviluppo della piattaforma IOTEXPO per la mappatura e la catalogazione di tutti i progetti, le soluzioni, i prodotti e le aziende che si occupano di IoT e a diversi nuovi progetti di comunicazione crossmediale. Da settembre ho affiancato all'attività IOTEXPO, anche INTERNET OF ARTISTS la nuova Startup inglese che sta sviluppando un progetto di una piattaforma digitale innovativa per far interagire le communities di artisti e musicisti nel mondo.
Thanks! You've already liked this
No comments